da Moked.it – 28 giugno 2016

A Roma, nella giornata di ieri, Turchia e Israele hanno trovato un accordo dopo sei anni di scontri e strali. Risarcimento alle vittime della Mavi Marmara, immunità per i soldati che avevano condotto l’assalto, aiuti per Gaza, riconoscimento “velato” per Hamas che potrà avere degli uffici ad Ankara. Sullo sfondo, il conflitto interno al mondo arabo tra sunniti e sciiti, e la comune volontà – che avvicina anche Egitto e Arabia Saudita – di limitare l’ascesa iraniana nella zona. In un mondo che pare sempre più una maionese impazzita, schegge di razionalità. E forse non è del tutto casuale che si manifestino a Roma, sotto gli auspici della diplomazia nazionale e internazionale.

Tobia Zevi, Associazione Hans Jonas twitter @tobiazevi