da Moked.it – 11 ottobre 2016

A diecimila metri di altitudine, sorvolando l’Asia centrale, parlo con il mio vicino di posto, un informatico francese con famiglia al seguito che il Judo ha reso decisamente prestante. Mi spiega di aver fatto scalo da Parigi su Roma per la scelta di volare con Alitalia. “Volevo volare con una compagnia europea”. Perché, gli domando io? “Perché io sono europeo!”. Sprazzi di identità continentale sincera, confusa e inaspettata a migliaia di chilometri da casa e a qualche migliaia di metri dal suolo.

Tobia Zevi, Associazione Hans Jonas